Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in D:\inetpub\webs\produzionidamyznet\libs\dbconnect.php on line 15
Testo, traduzione e parodie di "Somebody that I used to know" (Gotye)
Utilizzando il presente sito acconsenti all'uso dei cookie e tecnologie simili, come descritto nella pagina relativa ai Cookies e per l'utilizzo dei dati che abbiamo raccolto e raccoglieremo durante la tua navigazione, come ulteriormente descritto nella pagina dedicata all'informativa sulla Privacy.
Accetta e chiudi

Sito in aggiornamento!

Produzioni Damy Z.net è in fase di restyling!
Stiamo elaborando una nuova versione del sito che sarà più accattivante, innovativa e versatile!
Per ogni notizia e aggiornamento veloce seguiteci sulla pagina ufficiale di Facebook... grazie! ;-)
animazioni flash
assistenza
grafica
montaggi video
siti web
altre opere
Recensioni
Informatica (varie)
HTML e CSS
PHP e MySQL
Javascript
PhotoShop
After Effects
Flash
Premiere
Facebook
home
chi sono
biografia
contatti
curriculum vitae
privacy
politica cookie
consulente legale
Visite totali:

"Somebody that I used to know" (Gotye) - Testo, traduzione e tutte le parodie!



Chi non ha mai sentito il grande successo "Somebody that I used to know"? Nonostante sia uscito sul mercato già dal "lontano" 6 Luglio 2011, questo pezzo si fa ancora molto sentire.
Il pezzo è cantato dal cantante belga Gotye assieme alla bella cantante Kimbra. Scritto dallo stesso Gotye, il pezzo ha mantenuto per molto tempo il numero 1 in classifica in diverse parti del mondo (pensare che in Polonia lo è stato per ben 18 settimane, seguito dagli USA e Australia dove è stata la numero 1 per ben 8 settimane di fila!) e con un boom di vendite (nella sola prima metà del 2012 ha venduto negli USA oltre 5.500.000 copie!).

Il testo del brano è molto vero e molti potrebbero ritrovarsi (sarà anche questo il motivo di cotanto successo?)... lui (Gotye) canta sofferente di una storia d'amore ormai finita, sentendosi tradito da colei che prima diceva di amarlo e poi lo lascia con la solita frase "rimaniamo amici", per poi addirittura cambiare numero e trattarlo quasi come un estraneo ("qualcuno che un tempo conoscevi"). Poi salta fuori lei (Kimbra), che ribatte dicendo di essere stanca di un uomo che fa passare tutto come se fosse colpa di lei, un uomo che lancia sempre frecciatine e che vuole pure farsi perdonare quando lei scopre che in qualche modo la tradiva con una sua ex ("qualcuna che un tempo conoscevi").

VISUALIZZA/NASCONDI TESTO E TRADUZIONE
Somebody That I Used to Know

Now and then I think of when we were together
Like when you said you felt so happy you could die
Told myself that you were right for me
But felt so lonely in your company
But that was love and its an ache I still remember

You can get addicted to a certain kind of sadness
Like resignation to the end
Always the end
So when we found that we could not make sense
Well you said that we would still be friends
But Ill admit that I was glad that it was over

But you didnt have to cut me off
Make out like it never happened
And that we were nothing
And I dont even need your love
But you treat me like a stranger
And that feels so rough
You didnt have to stoop so low
Have your friends collect your records
And then change your number
I guess that I dont need that though
Now youre just somebody that I used to know

Now and then I think of all the times you screwed me over
But had me believing it was always something that Id done
And I dont wanna live that way
Reading into every word you say
You said that you could let it go
And I wouldnt catch you hung up on somebody that you used to know

But you didnt have to cut me off
Make out like it never happened
And that we were nothing
And I dont even need your love
But you treat me like a stranger
And that feels so rough
You didnt have to stoop so low
Have your friends collect your records
And then change your number
I guess that I dont need that though
Now youre just somebody that I used to know

Somebody
I used to know
That I used to know

Somebody

Qualcuno che un tempo conoscevo

Ogni tanto penso a quando stavamo insieme
Come quando hai detto di essere cos felice che saresti potuta morire
Ho detto a me stesso che eri giusta per me
Ma mi sentivo cos solo in tua compagnia
Ma quello era amore ed un dolore che ricordo ancora

Si pu diventare dipendenti da alcuni tipi di tristezza
Come la rassegnazione alla fine
Sempre alla fine
Perci quando abbiamo capito che non avevamo un senso
Beh, hai detto che saremmo potuti essere ancora amici
Ma ammetter che ero contento che fosse finita

Ma non dovevi tagliarmi fuori
Far finta che non fosse mai successo
E che non fossimo stati niente uno per l'altra
Non mi serve neppure il tuo amore
Ma tu mi tratti come un estraneo
E sembra cos sgarbato
No, non dovevi abbassarti a tanto
Lasciare che i tuoi amici collezionino i tuoi messaggi
E poi cambiare numero
Credo di non aver bisogno di questo, anche se
Adesso sei solo qualcuno che un tempo conoscevo

Ogni tanto penso a tutte le volte che mi hai fregato
Ma mi hai fatto credere che era sempre qualcosa che avevo fatto io
Ma non voglio vivere in questo modo
Leggendo tra le righe di ogni parola che dici
Hai detto che avresti potuto lasciar perdere
E non ti avrei beccato attaccato a qualcuno che un tempo conoscevi

Ma non dovevi tagliarmi fuori
Far finta che non fosse mai successo
E che non fossimo stsati niente uno per l'altra
Non mi serve neppure il tuo amore
Ma tu mi tratti come un estraneo
E sembra cos sgarbato
No, non dovevi abbassarti a tanto
Lasciare che i tuoi amici collezionino i tuoi messaggi
E poi cambiare numero
Credo di non aver bisogno di questo, anche se
Adesso sei solo qualcuno che un tempo conoscevo

Qualcuno
Un tempo conoscevo
Che un tempo conoscevo
Qualcuno



Il video è altrettanto simpatico e accattivante: lui canta tutto nudo (ovvio dire che le parti intime non vengono mai inquadrate!) di spalle a un muro tutto bianco; finché sul muro inizia progressivamente a vedersi comporre un dipinto fatto di figure geometriche e colori che addirittura si espandono sul corpo di lui fino a farlo mimetizzare. Poi appare lei, anche lei mimetizzata e nuda, di spalle (anche nel suo caso, purtroppo, non si vedono le parti intime), fa spallucce, si avvicina a lui e gli urla contro tutto ciò che gli accusa, poi si allontana e a poco a poco il suo corpo si libera dalla tintura mimetica. Ecco qui il video:







Vediamo adesso le altre versioni, iniziando dalle cover. Qui, una band australiana - Eskimo Joe - canta lo stesso pezzo con il supporto di un vecchio computer Apple che gli fa di spalla. Onestamente, non mi è tanto piaciuto.



Altra cover. In questo caso è una puntata di Glee, esattamente la 15ª della 3ª. In questa puntatona, Darren Criss e Matthew Bomer cantano la loro versione (rispettando il testo, ovviamente) in un mix di chitarre, luci, penombre e ricordi. Versione tutta al maschile. Ecco qui il video:




Nella successiva cover la band statunitense Fun canta dal vivo assieme a Hayley Williams per la BBC Radio 1 Live (Maggio 2012).



In quest'altra originale cover la band canadese Walk off the Earth con i suoi cinque componenti della band esegue la canzone suonando una sola chitarra simultaneamente. In rete si trovano addirittura cover e parodie di questa cover!



Questa è una cover cantata da una coppia di ragazzi: Viktor Cepeda (che suona anche la chitarra) e Audrey Scott.



Ascoltiamo adesso una versione molto lenta e dolce. È una cover acustica di Boyce Avenue, che canta assieme a una chitarra e una batteria (usata con moderazione) senza voce femminile.



In questa cover il giovane Matthias Harris si diverte a cantare Somebody that I used to Know acappella (senza strumenti musicali, riproponendo ogni suono con la bocca). Davvero in gamba!



Altra cover acappella, stavolta di Sam Tsui:



Altra cover acappella, stavolta è una ragazza a farla:



Ancora un'altra acappella, stavolta dei Pentatonix. Questi cinque giovani ragazzi realizzano una cover davvero orecchiabile, da ascoltare assolutamente.



Rimanendo in tema, ecco una versione coro davvero suggestiva. Belle le voci e le riprese!



In questa cover di Dodo, Dani & Isi cantano e suonano Somebody That I Used To Know con il supporto di bottiglie, bicchieri, cucchiaini e non solo!



Questa è la versione spagnola della canzone. Il testo è molto fedele, e sulle spalle di lui viene fuori la scritta "Hola!" e su quello di lei la scritta "Adios!". Peccato però che dura poco più della metà, si può parlare quindi solo di demo.



La seguente cover è stata girata rispettando molto fedelmente il video originale (l'audio è praticamente lo stesso), con la differenza che sul muro appaiono i titoli di molti siti porno, il "cantante" sfoglia una strana rivista e la "cantante" ha i capelli categoricamente rossi.


Questa è cover "alternativa", ossia Somebody that I used to know versione lesbo, nasce per pubblicizzare un evento rivolto a ragazze lesbiche. Ci sono ben tre ragazze che cantano (spiacente, neanche qui si vede nulla!!), la prima è la parte maschile, la seconda è quella femminile e la terza soppraggiunge fermando la musica per pubblicizzare l'evento. L'audio è quello originale, o quasi.



Non poteva mancare la versione Muppets:



Passiamo adesso alle parodie. Ecco una versione "animalesca" di video e canzone:

Gli amanti di Star Wars non possono perdersi questa chicca: "The Star Wars That I Used To Know"! Il muro si colora di un dipinto geometrico molto simile all'originale, ma qui Obi Wan Kenobi al posto di Gotye con tanto di treccina canta frustato tutto ciò che non gli va a genio di come il regista ha voluto girare per il cinema l'ultimo episodio, finché poi indossa la maschera di Dart Fener. Al posto di Kimbra salterà fuori il regista, che urla al personaggio le sue ragioni imponendo la sua volontà, terminando poi in un mezzo greenscreen... da non perdere! (attivate i sottotitoli in italiano!)

Questa è un'altra parodia che mi ha molto divertito: Some Study That I Used to Know! Tema principale la scuola, il muro si dipinge di vari disegni che richiamano le materie più studiate (geometria, matematica, fisica, geografia, francese, inglese, chimica, biologia, letteratura, storia ecc.), e duettano una studente e una docente (con tanto di occhiali!) abbastanza simili ai cantanti originali sia nel viso che nelle espressioni. Alla fine uno zoom della telecamera farà vedere che il muro era in realtà una lavagnetta scolastica, e... finale a sorpresa!!! Complimenti ai ragazzi!!!



In questa altra parodia scolastica è sempre lo stesso autore a fare la parte maschile e quella femminile.


Passiamo a due parodie politiche: nella prima mostriamo due politici inglesi, Kevin Rudd e Julia Gillard, interpretati ovviamente da due comici non molto simili, ma che nel cantare bisticciano come due fidanzatini. Rudd indossa solo un paio di boxer e una cravatta azzurra, Gillard indossa un completino nero. Sul muro non poteva che comparire la bandiera inglese:


In questa divertente parodia vediamo prendere di mira le elezioni statunitensi e il presidente uscente Obama, trasformando il titolo in "Obama that I used to Konow". Il muro diventa il viso vettorizzato del presidente, e una coppia di ragazzi canta questa simpatica parodia duettano senza scontri, terminando il video senza che il loro corpo si liberi dal dipinto. Questo video è davvero ben riuscito, darei i complimenti ai realizzatori!



Questa altra simpatica parodia è stata realizzata da una coppia di tedeschi. Qui il "Gotye" di turno si lamenta perché si è ritrovato "come mamma l'ha fatto" ma tutto dipinto da testa e piedi per via di uno scherzetto ricevuto. Beh, a quanto dice "lei", si è comportato male la sera prima! (attivate i sottotitoli in italiano!)



Ecco ora una parodia simile e un pochettino spinta... Somebody Who Used to Be My Bro: in questo caso sono due i ragazzi a cantare.



Passiamo a una parodia sportiva: in questo caso due fan del Vancouver dicono la loro riguardo la competizione per la Stanley Cup (hockey su ghiaccio), e non manca la parte femminile:



Quest'altra parodia sportiva tratta il basket: "The Kobe That We Used To Know". Sul muro non compare un dipinto ma si vedono dei murales. È assente la parte femminile e i trucchi sul viso, ma non manca la palla di basket!



Un'altra parodia sul basket: "Jeremy Lin That We Used To Know". Non parla di Kobe ma di Jeremy, e non c'è l'effetto del muro.



In questa parodia, Somebody That I Used to Blow, a "cantare" sono bambolotti. Non molto carina, a mio avviso.



Questa qui accanto è Somebody That I Used to know versione Lego, davvero molto carina!



Non potevano mancare i mitici Memes! In questa parodia vediamo i meme più visti e conosciuti, animati addirittura per farli cantare. Possiamo incontrare il Me gusta, Forever Alone, Fuck Yeah e tanti altri!



Passiamo alla parodia realizzata da Ghost Covers Gotye. Entrambi molto belli, cantano questa canzone con lui che tende via via a scomparire. Molto suggestiva e di qualità!



Un'altra parodia intitolata "Somebody I Used To Blow", di Pancho & Sancho. Due uomini a cantare in questo video, anche se la parte di Kimbra in questo caso è cantata sempre dall'altro uomo in falsetto, non si può proprio sentire!



Ancora un'altra parodia intitolata "Somebody I Used To Blow", di ChokeOnFunny. Due uomini a cantare in questo video, un po' spinta e credo proprio parli di omosessualità.



Questa parodia prende in giro Facebook: Somebody that I used to Poke. I personaggi sono entrambi maschi, i loro volti e il muro di riempie di adesivi che ripropongono il pollice in su del "Mi piace" e il dito del "Poke". Certo però che a doti canore lasciano molto a desiderare.....


Questa parodia molto simpatica (Some Music That I Used To Love) quasi include tutte le altre: una breve intro mostra un tizio che chiama Gotye (che nel frattempo sta giocando con Kimbra a basket, ancora tutto dipinto), poi si ritrova a cantare assieme alle altre sue "versioni" e, invece di dipingere il muro, lo riverniciano con due rulli! Il tizio sembra praticamente ossessionato da questa canzone.



Non poteva mancare anche una parodia italiana, stavolta di Gio il Peggiore, che non ha voluto risparmiare neppure questo successo. Un po' orrenda secondo me, anche se parla addirittura di Dragon Ball...!
Di parodie e cover ce ne sono veramente tante, e non potevano mancare i più piccoli con le loro tenere performance. Eccone alcuni:



Concludiamo con un video che racchiude quasi tutte le cover e le parodie, riassumendole in 5 minuti... YouTube Orchestra:



Mi fermo qui perchè spulciando nella rete di parodie se ne trovano davvero tante, io ho preso solo la raccolta delle più significative, complete e degna di nota.
VOI QUALE PREFERITE? DITE LA VOSTRA!