animazioni flash
assistenza
grafica
montaggi video
siti web
altre opere
Recensioni
Informatica (varie)
HTML e CSS
PHP e MySQL
Javascript
PhotoShop
After Effects
Flash
Premiere
Facebook
home
chi sono
biografia
contatti
curriculum vitae
privacy
consulente legale
Visite totali:

Ennesimo attacco hacker contro Burraconline

La polizia postale collabora per risolvere la situazione

Burraconline attaccato dagli hacker 3 Ottobre 2011 - Sarà per invidia, sarà per gioco o perché avevano uno scopo ben preciso e poco gradevole, oggi alcuni hacker hanno preso di mira i server Burraconline in un attacco mirato.

Erano le ore 14.00 circa quando i server di Burraconline si sono congestionati da quello che tecnicamente viene chiamato "Denial of Service". DoS - così viene abbreviato - che letteralmente significa "negazione del servizio", è un gioco da ragazzi per chi si interessa del funzionamento della rete o per chi si diletta nel fare l'hacker.
L'obiettivo di questo attacco è ridurre al minimo il funzionamento di un servizio internet, come ad esempio un semplice sito, un provider o un server fino a renderlo incapace di gestire le richieste. Nel nostro caso, i "nostri" "simpatici" Cracker (gli hacker cattivi) hanno avuto lo scopo ben preciso di rendere inaccessibili i server Burraconline congestionandoli con troppe richieste simultanee che, ad un certo punto, non potevano più essere soddisfatte.

Non si capisce ancora se questo pomeriggio sia stato un singolo hacker - che controllava più postazioni pc contemporaneamente - oppure un gruppo organizzato, fatto sta che Burraconline ha dovuto sospendere momentaneamente il servizio per venir fronte all'incombenza.


L'amministratore e Chief Technology Officer Luis Dragotto (meglio conosciuto nel sito col nick Bitnrg), aiutato dalla Polizia Postale, si è rimboccato le maniche per "combattere" l'attacco e, ovviamente, vincere anche stavolta. Non è la prima volta, infatti, che Burraconline è preso di mira dagli hacker: è successo almeno altre tre volte.

Non appena il sito è stato temporaneamente sospeso tutti gli utenti si sono trovati spaesati. Molti sono piombati nel gruppo di Burraconline su Facebook, chi per chiedere informazioni, chi per insultare gli hacker fautori del misfatto.
Tra questi anche alcuni utenti Elite che credevano di essere "esonerati" da tale attacco in quanto utenti paganti. Di certo gli hacker non hanno fatto distinzione di server, andando anche a congestionare il server dedicato agli utenti Elite.

Molto bello il post ufficiale pubblicato sul gruppo Facebook:

"Gli attacchi di questo genere solitamente vengono effettuati quando non si è d'accordo con il pensiero politico di un sito (e non è il caso nostro), oppure quando si vuole provocare un disagio forte ad un sito molto conosciuto con lo scopo di far scappare gli utenti ed "agevolare" l'ingresso verso altri siti concorrenti. Noi siamo stati i primi ad uscire con il gioco del Burraco, nel 2004, ma oggi, dopo 7 anni i siti sono diventati quasi una ventina, e vi assicuriamo che sono in tanti ad invidare il nostro successo ed a desiderare la nostra chiusura... noi però NON molleremo mica così facilmente!! Detto alla romana: "Aho... ce ne vo' pe' femmarce!!""


Verso le 16.30 circa tutto è stato sistemato: tutti gli utenti sono tornati a giocare e a sentire l'amata voce "SEI DI MANO". Ci auguriamo che questi hacker bontemponi la facciano finita con queste performance poco gradite.


Damiano Rizzelli
Staff tecnico e creativo Burraconline.com